Storia e caratteristiche

      Nata in Europa all’inizio del XX secolo come sistema di allenamento, per i corridori su strada, durante l’autunno e l’inverno; e in poco tempo diventata anche una specialità autonoma. I percorsi di ciclocross sono circuiti chiusi brevi, su superfici eterogenee, che comprendono asfalto, fuoristrada e ostacoli.

      Rispetto a una bici da strada, il telaio ha il movimento centrale più alto, e il carro posteriore e la forcella più larghi, per evitare che ostacoli e fango siano un problema. È dotata di manubrio da strada, ruote da strada con pneumatici tassellati larghi, freni cantilever o a disco, corone anteriori con dentatura inferiore a quella da strada, e pedali a sgancio rapido.

Tubazioni particolari

CARBON